Fissa un Appuntamento
Fissa Appuntamento
CLICCA QUI
Vieni in Filiale

Osservatorio Compass

Per dare voce a coloro che ogni giorno lavorano con noi per offrire prodotti e servizi di elevato valore, Compass ha pensato di raccontare in un Osservatorio la realtà dei convenzionati, come vivono il contesto attuale e quali prospettive si attendono per il futuro.

Premessa

Compass torna ad approfondire il settore degli elettrodomestici ed elettronica nel nuovo numero di dicembre dell’Osservatorio sui convenzionati del credito al consumo, con uno speciale sui regali per il prossimo Natale.

Sintesi principali evidenze:
- Rimane elevata la percentuale dei convenzionati che si attende un aumento delle vendite per il prossimo anno, e continua progressivamente a ridursi la quota di coloro che si attendono una diminuzione del giro d’affari. Tali considerazioni appaiono coerenti con quanto osservato nel contesto macroeconomico italiano in ripresa grazie, in particolare, alla crescita dei consumi della famiglie.
- Gli italiani esprimono qualche perplessità sulla situazione attuale in cui versa il nostro Paese, tuttavia per il prossimo anno le prospettive diventano più rosee. Per quel che concerne la propria situazione economica familiare, gli italiani sembrano più positivi: nel 2018 prevedono una situazione migliore nel 37% dei casi (9% migliorerà nettamente; 28% migliorerà lievemente) contro il 21% della situazione economica del 2017
- Segnali incoraggianti arrivano anche dal mercato del credito al consumo che chiude il primo semestre 2017 con una crescita importante dei flussi erogati - +8.6% rispetto al I semestre del 2016, che a sua volta registrava una crescita del 21,4% rispetto allo stesso periodo del 2015. In particolare, con oltre 5 miliardi di euro il primo trimestre 2017 ha registrato il livello massimo di erogazioni negli ultimi 7 anni (fonte: crif)

Focus Natale

Le interviste eseguite su un campione di 500 persone:
- In cima alla classifica dei regali per il Natale 2017 ci saranno abbigliamento, calzature ed accessori, citati da oltre il 70% degli intervistati, seguiti da libri e riviste (38%) e solo al terzo posto i prodotti di telefonia.
- La persona che riceverà il regalo più importante sarà il/la partner – indicato dal oltre il 40% degli italiani - e riceverà un prodotto di elettronica o un elettrodomestico. In particolare, secondo i convenzionati intervistati, sotto l’albero ci sarà sicuramente uno smartphone, con i nuovissimi modelli delle due società leader del settore; seguiti dai prodotti informatici (14%) e dagli elettrodomestici per la preparazione del cibo (10%).

Focus Elettronica ed Elettrodomestici

Le interviste eseguite su un campione di 120 nostri convenzionati del settore
- Nel settore dell’elettronica/elettrodomestici, pur rimanendo positivi i giudizi dei convenzionati sul contesto macroeconomico, si evidenziano maggiori preoccupazioni rispetto alla concorrenza mentre si attenuano i timori con riferimento ai prezzi praticati dai fornitori.
- Tuttavia oltre il 40% dei convenzionati intervistati ha intenzione, per il prossimo biennio, di investire e realizzare progetti legati allo sviluppo del proprio business. In particolare quasi 1 su 3 ha come obiettivo di ampliare, ristrutturare o migliorare lo spazio del punto vendita.
- Anche lato domanda si evidenziano dei segnali positivi, infatti oltre il 30% dei consumatori intervistati ha dichiarato che per il prossimo anno dedicherà un budget di spesa più importante per l’acquisto di prodotti di elettronica/elettrodomestici – e sarà la telefonia la categoria che beneficerà maggiormente di questo trend positivo
- Si conferma anche per questa edizione dell’Osservatorio che è la telefonia che traina le vendite del mercato degli elettrodomestici ed elettronica, così come indicato dal 59% dei rispondenti. Guadagnano terreno rispetto al passato le categorie dei grandi elettrodomestici del lavaggio (38%) e del freddo (33%). Anche guardando ai prodotti maggiormente finanziati si rileva al primo posto la telefonia, grazie anche alle promozioni e ai piani tariffari strutturati per un’offerta dilazionata nel tempo. Seguono poi prodotti che presentano un’ingente esborso economico come i grandi elettrodomestici del lavaggio e del freddo.
- Solo il 44% dei clienti si presenta già informato circa le principali caratteristiche del prodotto che intende acquistare e tra i canali di informazione scelti dai clienti spicca il ruolo del web.
- Come comportamento d’acquisto abituale per un prodotto di elettronica o un elettrodomestico , i consumatori si dividono quasi a metà tra chi preferisce acquistare sul punto vendita fisico, dopo aver «sfruttato» il web per tratte tutte le informazioni e le comparazioni necessarie (fenomeno che viene definito “webrooming” o ROPO - Research online Purchase Offline) e tra chi, invece, di reca in negozio per «toccare con mano» i prodotti ma poi preferisce concludere l’acquisto sul web, sfruttando la leva economica (showrooming).
- I convenzionati intervistati dichiarano che il web incide in “mancate vendite” sul proprio giro d’affari per il 34% e la categoria che più subisce la concorrenza è quella della telefonia.
- Il principale motivo per il quale il consumatore acquista un prodotto di elettronica o un elettrodomestico in un negozio fisico è per affidarsi alla professionalità e all’esperienza del personale dedicato alla vendita – così dichiara il 23% dei convenzionati intervistati. Seguono elementi legati alla fiducia, o meglio sfiducia verso il web – la necessità di toccare con mano il prodotto e il timore di acquistare on line vengono citati per un 10% rispettivamente.

I numeri dell'osservatorio

  • 46 mila - i convenzionati attivi nel primo semestre 2017
  • +8.6% - la crescita dei flussi finanziati tramite convenzionati nel primo semestre 2017 (vs I sem 2016)
  • 9.8 Mld € - i flussi finanziati tramite convenzionati nel I sem 2017
  • Attese di vendita in AUMENTO per il 46% dei convenzionati
  • 50% - clienti che avrebbero rinunciato all'acquisto senza il credito al consumo