Fissa un Appuntamento

fissa appuntamento

Richiedi Prestito Online

richiedi prestito online

Osservatorio Compass

Per dare voce a coloro che ogni giorno lavorano con noi per offrire prodotti e servizi di elevato valore, Compass ha pensato di raccontare in un Osservatorio la realtà dei convenzionati, come vivono il contesto attuale e quali prospettive si attendono per il futuro.

Premessa

Compass dedica la nuova edizione dell’Osservatorio Compass agli acquisti natalizi.

Focus Natale

  • Gli italiani spenderanno in media 330€, anche se il 43% degli intervistati non andrà oltre i 250€ e solo il 21% supererà i 500€.
  • Circa la metà del budget (178€ in media) sarà speso per realizzare i desideri della persona considerata più importante. Se gli uomini sono più sentimentali e preferiscono viziare il partner (56%), le donne, invece, esibiscono tutto il loro lato materno e hanno un occhio di riguardo per i propri figli (41%).
  • Anche quest’anno in cima alla classifica dei regali più gettonati troviamo articoli di abbigliamento, calzature e accessori (per il 40%). Al secondo posto, invece, libri e riviste, che saranno regalati da quasi un italiano su tre (31%). Il Natale rimane certamente la festa preferita dai più piccoli e, infatti, il 28% regalerà giochi per bambini.
  • Circa un italiano su tre (30%) ha dichiarato che acquisterà i regali soltanto su siti di e-shopping. La maggioranza continua comunque a prediligere l’acquisto in negozio, motivato soprattutto dalla possibilità di vedere e provare il prodotto (31%) e dall’averlo immediatamente a disposizione senza ulteriori attese (21%).

Le attese per il 2019

  • Per il 2019 riprendono alcuni segnali di ottimismo: il 37% crede che con l’arrivo dell’anno nuovo miglioreranno sia l’economia della propria famiglia che quella di tutto il Paese evidenziando un saldo positivo di 20 punti percentuali rispetto a chi invece ritiene che potrebbe esserci una contrazione.
  • Tra i desideri che gli intervistati vorrebbero veder realizzati nel 2019 vi è l’attenuazione della crisi economica del Paese (per oltre la metà del campione, 57%) seguita dalla voglia di passare più tempo in famiglia (32%, pari al 40% nella fascia d’età 35-54 anni).