Logo Compass Banca

Osservatorio Compass - focus Mobilità

Torna la voglia d’auto: il 45% dei capo-famiglia italiani vorrebbe acquistare un’auto nuova o usata entro un anno. Cresce la sensibilità per la mobilità alternativa e sostenibile. Circa l’80% delle vendite di auto nuove avviene con il supporto del credito al consumo

MILANO, 15 SETTEMBRE 2020

  • Aumenta la quota di auto ibride ed elettriche sul parco circolante. L’85% degli interessati ad acquistare un qualsiasi mezzo valuta i veicoli green.
  • Noleggio a lungo termine: un terzo degli italiani lo prende in considerazione.
  • Boom di e-bike, monopattini e hoverboard.
  • L’auto del futuro? Autonoma, connessa e attenta alla salute del conducente.

I mesi di lockdown hanno profondamente modificato le abitudini degli italiani in tema di mobilità. Aumenta, infatti, l’attenzione verso scelte più sostenibili, come l’interesse per auto con alimentazioni “green”, l’uso di mezzi “dolci” tra cui la bicicletta o le forme di micromobilità come il monopattino. In tutto questo l’auto continua a essere sempre il mezzo preferito purché consumi poco, abbia bassi costi di mantenimento e sia sicura. Fondamentale il credito al consumo per sostenere le vendite. Il futuro dell’auto? In primis deve essere autonoma e connessa, con un occhio verso la salute del conducente. Questo è quanto emerge dall’Osservatorio Compass - società di credito al consumo del Gruppo Mediobanca sui principali trend sulla mobilità.

“Il settore dell’automotive ha bisogno di riprendere a correre velocemente – ha dichiarato Luigi Pace, Direttore Centrale Marketing e Innovation di Compass. Dopo lo stop dettato dal Covid-19 si intravedono dei buoni segnali e un futuro certamente più ‘verde’. Aumenta la quota di auto ibride e elettriche e c’è un vero boom di mezzi di micromobilità. Per le nuove immatricolazioni diventa sempre più centrale il ruolo del credito al consumo. L’81% avviene, infatti, anche grazie ai finanziamenti nel comparto delle auto nuove, a testimonianza di come questo strumento sia importante nell’avvicinare domanda e offerta, favorendo la ripartenza di un settore alle prese con nuove abitudini, tendenze e gusti.

Nelle ultime settimane l’auto è stato il mezzo più utilizzato, oltre a essere uno dei principali desideri degli italiani: il 45% dei capo-famiglia italiani vorrebbe acquistare un’auto nuova o usata entro un anno; si stima però che l’effettiva propensione favorevole riguardi circa 3.700.000 italiani. Un dato significativo, specialmente se si considera che il parco circolante, che a fine 2019 contava 38,4 milioni di unità, ha un’età media stimata di 11,5 anni, in crescita anno dopo anno. Quanto spenderanno? Il budget medio dedicato è di 18.200€ per le auto nuove e di 7.300€ per quelle usate. Tra i giovani cresce la propensione all’acquisto attraverso il canale digitale sia per le auto nuove (20%) che per l’usato (23%). Il criterio maggiormente considerato per l’acquisto è il consumo di carburante (69%), seguito dai costi di mantenimento (60%) e dalla sicurezza (60%). C’è, inoltre, chi valuta attentamente l’estetica/design/stile (32%); del resto per il 64% degli italiani, l’auto costituisce ancora uno status symbol e per il 58% continuerà ad esserlo anche nel futuro.

Ma come sarà l’auto di domani? Quali saranno le principali innovazioni tecnologiche? Per il 46% l’auto sarà completamente autonoma, per il 45% parzialmente autonoma, per il 44% completamente connessa con smartphone, con la possibilità, ad esempio, di pagare il rifornimento di carburante con il riconoscimento dell’auto. E c’è anche il 26% che vede l’unione dell’auto con la propria salute, con il monitoraggio di alcuni parametri vitali del conducente.

Tra i nuovi trend consolidatisi nei primi sette mesi del 2020 spicca l’attenzione ai consumi e all’ambiente. Tra gli italiani che valutano l’acquisto di un qualsiasi mezzo di mobilità nei prossimi dodici mesi (58%), l’85%, dichiara di prendere in considerazione, per l’acquisto di un veicolo, alimentazioni alternative alle tradizionali diesel e benzina. Un risultato già evidente con le immatricolazioni di auto ibride, elettriche, gpl e metano che hanno superato quota 20% del totale nel periodo gennaio-agosto 2020.

Capitolo micromobilità: in seguito alla pandemia, bici, monopattini e hoverboard hanno conquistato sempre più le nostre strade. Già dal 2019 le vendite di bici avevano toccato quota 1,7 milioni (per un valore di circa 1,35 miliardi di euro) con un boom del +13% per le e-bike, e i numeri per il 2020 sono destinati a crescere. È del +7%, infatti, il saldo di chi dichiara che utilizzerà la bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano rispetto a chi ne ridurrà l’utilizzo dopo il lockdown Tra i veicoli a due ruote più desiderati le biciclette (18%), le e-bike (17%) e il monopattino (9%).

Un’altra tendenza sempre più forte è quella del noleggio a lungo termine. Un interesse crescente che vede circa un terzo degli intervistati (34%) potenzialmente interessato, specialmente gli uomini (42%) rispetto alle donne (26%) e i più giovani (dai 18 ai 34 anni: 40%). Tra i motivi principali che spingono verso questa opzione c’è il servizio (56%) - il non doversi occupare di assicurazione, bollo, manutenzione - il risparmio (33%) e la svalutazione delle auto (27%).

PROFILO Compass Banca

Compass Banca S.p.A. è la società di credito al consumo del Gruppo Mediobanca. Tra le prime società di credito al consumo operanti in Italia, conta oggi 2,5 milioni di clienti attivi e 13,5 miliardi di crediti in essere ed opera attualmente attraverso oltre 39.000 esercizi commerciali affiliati e 4.700 sportelli bancari, coordinati da un network di 260 punti vendita presenti su tutto il territorio nazionale; ha sede direzionale in Milano ed ha stretto nel tempo oltre 230 accordi di partnership nel settore bancario, assicurativo e della distribuzione.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

Media Relations Gruppo Mediobanca

Simona Rendo – Paola Bianco

Tel +39-02-8829914/766

simona.rendo@mediobanca.com /paola.bianco@mediobanca.com

 

Share